Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Metti in moto il tuo futuro

Metti in moto il tuo futuro

Scopri le nostre offerte formative

Cena ex allievi Cnos

Cena ex allievi Cnos

Non mancare!

La filiera della solidarietà

La filiera della solidarietà

Consegna borse di studio e attestati di qualifica

SAL

SAL

Sportello al Lavoro

Buona estate!

Buona estate!

Le lezioni riprendono il 15 Settembre

Lettera al direttore

Lettera al direttore

In questa lettera vorrei ringraziare una persona straordinaria che ho conosciuto recentemente, è stato per me un grande onore.

Sergio Barberi, direttore del Cnos di Forlì, una di quelle rare persone che, quando guardi negli occhi, capti immediatamente una grandezza nascosta dalle mille opere quotidiane, apparentemente piccole, ma dotate di quella semplicità che solo una mano ed una mente sapienti, possono sfornare con grande naturalezza.

Ad esempio il magnifico progetto che ha generato una particolare simbiosi tra il tempo odierno e le tradizioni antiche: la creazione della Caveja Romagnola.

La storia della Caveja, simbolo per eccellenza della Romagna, riassume numerose virtù iconografiche. La virtù che spicca fra tutte è il gesto di amore nella collaborazione tra bestiame e suoi operatori umani, un avvertimento sonoro reso gradevole ed unico dalle abili mani del forgiatore.

Poi la virtù del rispetto, attraverso la simbologia dello stemma appartenente alla propria famiglia, o addirittura lo stemma di ciascuna delle sette principali città romagnole, anche chiamate le Le Sette Sorelle.

Infine quella virtù di apparente valore scaramantico nella previsione del futuro: condizioni meteo, sesso del nascituro, etc..; in realtà ben allineata alla tradizione religiosa che ha contraddistinto un'epoca di profondo rispetto, unione e collaborazione tra uomo, terra e cielo, quindi ovviamente con il nostro Padre.

L'unione di queste ed altre virtù, ha incontrato, in chiave moderna, le mani esperte e la grande motivazione del Direttore Barberi, insieme alla preziosa bravura dei ragazzi che lo hanno seguito in questo primo progetto.

Primo sicuramente di una lunga e pregiata serie!

Un progetto reso unico attraverso la magica unione di antichi valori con il collante di una moderna collaborazione.

Il tutto corredato dall'impetuoso slancio nel futuro di un progetto dal linguaggio giovane, fresco e musicale, un "martello" del terzo millennio, abilmente suonato da ragazzi di numerose nazionalità.

Non un semplice pezzo di ferro battuto, ma una miscela di valori e preziose virtù collegate indissolubilmente tra loro, elementi che superano lo scorrere del tempo fischiettando serenamente. Nulla per caso, tutto perfetto.

Proprio per questi motivi è nata un'opera importantissima, inevitabilmente correlata alla storia, degna di "pedegree", degna di un registro anagrafico, degna di avere futuro davanti a sé, proprio per la potenza di un connubio estremamente attuale, che ha solcato, arato e concimato il perpetuarsi della vita attraverso la Sacra collaborazione.

In tutto ciò, quindi, cosa cambia e sopratutto, cosa permane?

Semplicemente è riapparsa con nuova veste, un abito "al passo coi tempi", la famosa Caveja Romagnola.

Cambia di poco il messaggio, cambia notevolmente il linguaggio, permane invece completamente la sua Magia.

Nell'accogliere questo pregiato dono dalle mani del Direttore Barberio, vorrei ricordare la famosa frase di Padre Massimiliano Maria Kolbe, Santo a me caro ,egli disse che "... solo l'amore crea".

Per questo motivo credo che gli ombrosi Nessi Casuali siano una mera utopia, generosamente lasciata libera di esistere dalle mani del nostro Creatore, per alimentare un interminabile e sano sorriso alla Signora Causalità.

E' un semplicissimo discorso di Causalità, con il sole, la terra, la vita e i Doni del Creato, può essere partorito qualcosa di magico attraverso la sapiente miscela simbiotica della collaborazione naturale e della fratellanza umana.

Perciò con queste righe, vorrei inoltrare la mia preghiera di sviluppi futuri sul progetto Caveja, poichè la sua Magia ha creato unione, collaborazione ed interdisciplinarità.

Coraggio ragazzi. In bocca al lupo, caro Direttore.

Un abbraccio ed un grande ringraziamento a tutti voi.

Michele Ugolini.

Morciano di R., 19.07.15

Iscriviti per ricevere tutte le news del Cnos Fap di Forlì

Copia qui il codice 

Informativa sulla privacy

Ai sensi del D.Lgs. n.196/03 (trattamento dei dati sensibili) La informiamo che i Suoi dati verranno raccolti da Centro Formazione Professionale Don Bosco per le seguenti finalità:

  • adempiere alle Sue specifiche richieste
  • attività di informazioni commerciali relative a prodotti e servizi di Centro Formazione Professionale Don Bosco connessi con le richieste da Lei effettuate

I dati saranno elaborati tramite strumenti manuali, informatici e telematici.

Il conferimento dei dati ha natura facoltativa, tuttavia il mancato consenso al trattamento degli stessi potrebbe impedire l'adempimento alle richieste effettuate.

I dati non saranno oggetto di comunicazione o diffusione a terze parti, ma potranno essere messi a conoscenza degli incaricati della specifica operazione.

A norma dell'art. 7 del Codice, Le comunichiamo che ha diritto di:

  • avere conferma dell'esistenza o meno di Suoi dati presso di noi
  • ottenere aggiornamento, rettifica o integrazione dei dati o il loro blocco o cancellazione per violazione di legge o cessata necessità di conservazione
  • opporsi al trattamento per motivi legittimi.

In particolare, qualora Lei inoltri a Centro Formazione Professionale Don Bosco la richiesta di cancellazione dei suoi dati personali, Centro Formazione Professionale Don Bosco provvederà immediatamente a tale cancellazione senza ulteriori avvisi e/o comunicazioni e ciò comporterà l'immediata cessazione del servizio.

Titolare e responsabile del trattamento è Centro Formazione Professionale Don Bosco. Per ogni comunicazione e/o richiesta in relazione al trattamento dei suoi dati personali, La preghiamo di scrivere a direzione.forli@cnos-fap.it.