Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
#OPENDAY#OPENTRAINING

#OPENDAY#OPENTRAINING

Visita il nostro centro

SAL

SAL

Sportello al Lavoro

Metti in moto il tuo futuro

Metti in moto il tuo futuro

Scopri le nostre offerte formative

Buona estate!

Buona estate!

Le lezioni riprendono il 16 Settembre

Pratica-mente

Cos'è?

Pratica-mente

Progetto “Pratica-Mente”

Orientamento all’agio scolastico-formativo

A cura del Dott. Alberto Mazzotti

Psicologo e coordinatore del Progetto

 

Progetto di interazione tra Ufficio Scolastico Territoriale, Istituti comprensivi, Scuole Secondarie di I° e II° grado e CNOS-Fap “Don Bosco” di Forlì, con il patrocinio del Comune di Forlì

 

L’essenza del progetto Pratica-Mente:

#orientamento scolastico-professionale #supporto all’agio personale e sociale

#sviluppo e potenziamento di conoscenze tecniche e di competenze trasversali

#antidispersione  #transizione al mondo del lavoro

Introduzione

Il Corso “Pratica-Mente” nasce nel 2011 come progetto di antidispersione per alunni 14-16 enni iscritti alla Scuola Secondaria di I grado per l’anno scolastico 2011/12, in condizioni di ritardo scolastico e/o a rischio dispersione e, nel tempo, ha raccolto anche la collaborazione della Regione Emilia Romagna oltre che degli enti locali e dell’USR. Gli obiettivi fondamentali del corso sono sostanzialmente due: primo è quello di fornire una adeguata preparazione per l’ottenimento della licenza media sostenendo quindi una azione di antidispersione attraverso anche la rimotivazione dello studente e secondo è quello di una preparazione orientativa di base in modo da ampliare gli orizzonti formativi e lavorativi dello studente, azione che sfocerà in mirato interesse e consapevolezza verso lo sviluppo di competenze tecnico professionali nell’immediato futuro.

 

--La storia del Progetto Pratica-Mente in numeri --

8 anni di esperienza in risposta alle Scuole: oltre 130 i ragazzi che hanno frequentato Pratica-Mente

95% gli esiti positivi in termini di promozione – 100% la dispersione evitata

Ri-Orientamento 75% verso la Formazione Professionale – 25% verso la Scuola Statale

Le Scuole partner che si sono avvicendate negli anni:       tutti gli Istituti Comprensivi forlivesi e dei territori circostanti (Meldola, Civitella, S.Sofia, Forlimpopoli, Predappio, Valle del Montone, Modigliana, Bertinoro) e molte  Scuole “superiori” di Forlì (ITIS Marconi, ITE Matteucci, IP Ruffilli, IT Saffi-Alberti, IIS Baracca, Liceo Artistico e Musicale, CPIA Forlì-Cesena)

Non più una “incerta alternativa” ma una “chiara certezza”.

Una “idea concreta e pratica” che RISPONDE alle reali esigenze delle Scuole e del Territorio:

  1. Antidispersione: evita l’abbandono scolastico raggiunta la licenza media
  2. Orientamento: in uscita dalla scuola media e per il biennio di scuola superiore
  3. Potenziamento competenze trasversali e professionali per la transizione al mondo del lavoro
  4. Diretta influenza in termini di agio sociale

Un successo sempre maggiore nel rispondere ad esigenze territoriali sempre più forti ed importanti in tema di miglioramento dell’agio scolastico, antidispersione ed orientamento formativo-professionale. I buoni risultati raggiunti durante gli anni formativi precedenti fanno di questo corso un supporto “quasi di sistema” stabile ed efficace da affiancare ai canonici percorsi di scuola secondaria di primo grado.

Evoluzione del Progetto

Quando i bisogni degli studenti e delle relative Scuole sono in aumento, bisogna rispondere con strumenti consolidati, efficaci ma al tempo stesso rapidi, flessibili ed adattabili alle nuove esigenze.

Il Progetto Pratica-Mente si consolida e si adatta ai bisogni di Secondarie sia di I° che di II° grado, oltre agli studenti 15/16 enni che frequentano il Centro Territoriale Permanente per l’Istruzione degli Adulti (CPIA).

Oggi, l’evoluzione del Progetto, permette a studenti iscritti al biennio delle Secondarie di II° grado di usufruire di brevi (o prolungati) periodi orientativi ad hoc da integrare all’attuale percorso scolastico al fine di evitare dispersione, ottimizzando le risorse individuali. Affiancare alle esigenze “continuative” degli studenti delle “medie”, quelle orientative “variabili” degli studenti delle “superiori”, pur mantenendo una omogeneità in termini di fascia di età (14-16 anni).

  • Laboratori orientativi personalizzati, individualizzati o in piccoli gruppi
  • Capienza e durata variabile, durante l’anno scolastico

Un Progetto a capienza variabile che risponde alle esigenze orientative contingenti; partendo da poche ore alla settimana, fino a varie settimane (fino a qualche mese) di laboratori individualizzati o in piccoli gruppi.

Descrizione

TRE AMBITI DI PROVENIENZA:

  1. Per Scuole “medie”: alunni 14-15 enni in ritardo scolastico e a rischio dispersione (percorso di 400 ore, completo, frequenza regolare)
  2. Per Scuole “superiori”: biennio scolastico, alunni 14-16 enni con bisogni ri-orientativi (laboratori individualizzati)
  3. Per il Centro Territoriale Permanente per l’Istruzione degli Adulti (CPIA): alunni 15/16 enni

 

Un percorso stabile e continuativo che interviene su più livelli, per alunni di secondaria di I e II grado, flessibile in base alle loro esigenze formative/orientative attraverso percorsi laboratoriali individualizzati anche di lunga durata, per poi, eventualmente rientrare nel canale “scuola” in maniera più consapevole e decisa, anche attraverso percorsi di Istruzione degli Adulti (CPIA), consentiti dalla normativa vigente (DPR 263 e L. regionale 05/2011) per orientare e facilitare passaggi a eventuali percorsi formativi di Istruzione Secondaria di II grado.

Destinatari

Studenti in fascia di età dai 14 ai 16 anni:

  1. Una “classe” composta da studenti delle scuole secondarie di I° grado, come usufruitori “fissi e regolari” con frequenza quotidiana prestabilita, in ritardo scolastico e a rischio dispersione.
  2. Individualmente, studenti delle scuole secondarie di II° grado come usufruitori “temporanei”, attraverso percorsi individualizzati, a scopi orientativi e di potenziamento laboratoriale.
  3. Individualmente, studenti 15/16 enni dei percorsi di Istruzione degli Adulti (CPIA), per orientare e facilitare passaggi a eventuali percorsi formativi di Istruzione Secondaria di II grado.

Obiettivi

  • Riavvicinare l’alunno ad una frequenza scolastica regolare in funzione dello sviluppo delle capacità e competenze richieste per un positivo superamento dell’anno scolastico  e/ o dell’esame di stato e del recupero del ritardo scolastico;
  • Orientare e ri-orientare studenti con percorsi incerti, verso strade meno tortuose e più certe;
  • Incontrare le risorse degli allievi attraverso attività di laboratorio che utilizzano il “learning by doing” come approccio didattico;
  • Valorizzare le individualità e le attitudini dei singoli tenendo conto delle loro specificità, attraverso un  accompagnamento psico-pedagogico dedicato e continuativo rivolto sia agli allievi che alle loro famiglie;
  • Permettere agli studenti di recuperare un atteggiamento positivo di se stessi rispetto alle proprie potenzialità sia dal punto di vista scolastico che nei confronti di una maturità più ampia;
  • sviluppare importanti competenze trasversali come il lavoro in team, il problemfinding ed il problemsolving, l’orientamento all’obiettivo, le capacità relazionali, le doti di leadership;

Durata e articolazione

Il progetto prevede una programmazione triennale, suddivisa in annualità così articolate:

  • gli alunni assolvono l’obbligo scolastico presso le scuole di appartenenza per tutto il primo quadrimestre (tempo scuola calcolato in 350 ore);
  • nel secondo quadrimestre dello stesso anno scolastico svolgeranno fino a 400 ore  (scuole medie) o 440 ore (scuole superiori) presso la Formazione Professionale, articolate come segue:
  • da Febbraio a Giugno;
  • dal Lunedì al Venerdì, dalle ore 8,30 alle ore 13,30 (ingresso ore 8,15) + sabato (solo x scuole superiori);
  • fino a 88 giornate di corso da 5 ore ciascuna;
  • NB: il sabato, per gli studenti delle scuole medie, verrà gestito in autonomia da ogni istituto scolastico di provenienza. L’esperienza pluriennale ci ha insegnato che normalmente è sconsigliato il reinserimento in classe dello studente per le normali lezioni ma è invece più proficuo programmare per lui ore dedicate al recupero o ad un potenziamento di specifiche materie in vista dell’esame finale.
  • Laboratori orientativi personalizzati: gli alunni di secondaria di II° grado subentrano in qualsiasi momento del periodo previsto, anche solo temporaneamente per alcune settimane, mantenendo eventualmente attiva la propria frequenza nella scuola.
    • Tale esperienza potrà eventualmente proseguire attraverso esperienze di stage orientativi attraverso inserimento in aziende per brevi periodi formativi.

 

 

 

 

ARTICOLAZIONE DELLE ATTIVITA’

 

PERCORSO PER SECONDARIE DI PRIMO GRADO (SCUOLE MEDIE)

 

MATERIA

Sigla

ORE

1

Cultura

Cul

60

2

Matematica

Mat

40

3

Inglese

Ing

40

4

Francese/Spagnolo

FrSp

10 (+10)

5

Lab. Informatica

Inf

40

6

Lab. Lavorazioni meccaniche tradizionali (Tornio)

Off

55

7

Lab. Lavorazioni meccaniche tradizionali (Fresa)

Fre

25

8

Lab. Manutenzione dell'autoveicolo

Auto

80

9

Lab. Impiantistica generale

Imp

50

 

Totale aula + officina

 

400 (+10)

N.B. I laboratori costituiscono un credito nei confronti delle discipline curricolari secondo un piano programmatico concordato con le scuole

 

UdA 1 LAVORAZIONI MECCANICHE TRADIZIONALI

LAVORAZIONI MECCANICHE GENERALI DI BASE (TORNIO + FRESA)

DURATA

  • 80 ore (di cui 16 ore di SICUREZZA SUL LAVORO, rischio medio, grazie al quale gli studenti potranno già ottenere l’attestato obbligatorio, previsto dal Dlgs 81/08)

RISULTATO ATTESO

  • Eseguire lavorazioni al banco interpretando correttamente il disegno applicato ai pezzi

SAPERI

  • Antinfortunistica di settore,
  • Modalità di rappresentazione grafica di pezzi meccanici tramite rilievo dal vero con lettura delle misure
  • Il ciclo di produzione del rame e sue leghe: bronzi e ottoni
  • Alluminio e sue leghe
  • Materiali compositi e caratteristiche costruttive
  • Applicazioni industriali dei materiali plastici
  • Forme commerciali dei materiali per l’industria
  • Cenni di siderurgia: il ciclo di produzione della ghisa e dell’acciaio
  • Sigle dei materiali di acciaio al carbonio legati e debolmente legati
  • Caratteristiche tecnologiche e meccaniche dei metalli e delle leghe metalliche
  • Utensili da banco e le loro caratteristiche: lime, sega ad archetto, punte da trapano, maschi, filiere
  • classificazione delle lime
  • Dati per filettature con filiere e maschi
  • Attrezzature nelle lavorazioni al banco
  • Modalità di impiego di utensili e attrezzature
  • Attrezzature di montaggio  e smontaggio utilizzate nell’automazione
  • Tecnologia meccanica relativa all’assemblaggio
  • Concetto di misura, strumenti di misura: calibro, micrometro, goniometro, squadre, guardapiani
  • Parti degli strumenti e scale di lettura

ABILITA’ OPERATIVE

  • Operare nel rispetto delle norme antinfortunistiche
  • Eseguire gli schizzi di semplici particolari meccanici
  • Effettuare lavorazioni di foratura, svasatura, limatura, segatura, maschiatura, alesatura, lamatura, smussatura, taglio con seghetto.
  • Leggere di misure con gli strumenti
  • Eseguire cicli di montaggio
  • Regolazione e adattamento dei particolari

CAPACITA’ PERSONALI

  • Comunicare con altri, con sufficiente correttezza, nel Centro di Formazione Professionale e nel contesto di lavoro, in situazioni di interazione diretta o mediata da strumenti di diversa natura (cartacei, informatici, telematici)
  • Acquisire i concetti e i metodi fondamentali del pensiero matematico per risolvere problemi evidenziando i dati, le regole, le procedure/operazioni e il/i risultato/i
  • Apprendere le tecniche e procedure di calcolo da applicare in situazioni concrete di lavoro
  • Acquisire capacità di Problem Solving  per la soluzione di quesiti proposti
  • Progettare il proprio percorso di vita e di lavoro
  • Organizzare il lavoro e risolvere i problemi

MODALITA’ FORMATIVA

  • Docenza frontale
  • Esercitazioni pratiche
  • Esercitazioni individuali e recupero delle conoscenze personalizzate

MODALITA’ DI VALUTAZIONE

  • Correzione delle esercitazioni svolte, esame dimensionale e di forma dei pezzi eseguiti
  • Prove pratiche di laboratorio

 

MODULO DI SICUREZZA SUL LAVORO

in attuazione alle normative del Decreto Legislativo n. 81/2008 (in base agli articoli 17-18-36-37-41) e all’accordo Stato Regioni del 21/12/2011

  • Formazione generale della durata di 4 ore
  • Formazione specifica della durata di 12 ore per i settori della classe di rischio elevato

 

 

UdA 2 MANUTENZIONE DELL’AUTOVEICOLO E DEL MOTOCICLO

MANUTENZIONE GENERALE DEL VEICOLO

DURATA

RISULTATO ATTESO

  • Effettuare, in collaborazione con il tecnico, la manutenzione ordinaria di un’auto per verificare efficienza dei componenti:

- delle cinghie di trasmissione;

- controllare e sostituire i componenti dell’impianto frenante e gli elementi usurati

- verificare l'efficienza ed il funzionamento dei circuiti di raffreddamento

- smontare e rimontare le parti meccaniche del motore ed eseguire la diagnosi delle usure

SAPERI

  • conoscere le modalità d'uso del carrello idraulico e del ponte elevatore.
  • conoscere le modalità di utilizzo della attrezzatura generica di officina ( chiavi, cacciaviti, pinze..).
  • comprendere ed interpretare correttamente le informazioni riportate sul manuale di uso e manutenzione, in relazione agli intervalli di manutenzione, al tipo di ricambio da adottare ed alle caratteristiche dei liquidi lubrificanti e non, presenti nei vari circuiti dell'auto.
  • conoscere il circuito elettrico elementare.
  • conoscere le norme che regolano l’utilizzo e lo smaltimento di prodotti tossici e nocivi.
  • conoscere le norme e i comportamenti da adottare nel rispetto delle procedure di sicurezza e igiene nel lavoro

ABILITA’ OPERATIVE

  • applicare tecniche di indagine per eseguire il check up meccanico ed elettronico del veicolo
  • leggere e interpretare dati e schede tecniche in esito al check up sull’autoveicolo
  • individuare le tecnologie, gli strumenti e le fasi sequenziali necessarie alla riparazione dell’autoveicolo
  • utilizzare manuali e software per preventivazione dei tempi e dei costi di riparazione del malfunzionamento individuato

CAPACITA’ PERSONALI

  • Comunicare con altri, con sufficiente correttezza, nel Centro di Formazione Professionale e nel contesto di lavoro, in situazioni di interazione diretta o mediata da strumenti di diversa natura (cartacei, informatici, telematici)
  • Acquisire i concetti e i metodi fondamentali del pensiero matematico per risolvere problemi evidenziando i dati, le regole, le procedure/operazioni e il/i risultato/i
  • Apprendere le tecniche e procedure di calcolo da applicare in situazioni concrete di lavoro
  • Acquisire capacità di Problem Solving  per la soluzione di quesiti proposti
  • Utilizzare correttamente il carrello idraulico ed il ponte elevatore per il sollevamento delle autovetture.
  • Utilizzare in modo appropriato le attrezzature generiche in uso nelle officine.
  • Effettuare il tagliando di manutenzione programmata del ciclomotore e della automobile.

MODALITA’ FORMATIVA

  • Docenza frontale
  • Esercitazioni pratiche
  • Esercitazioni individuali e recupero delle conoscenze personalizzate

MODALITA’ DI VALUTAZIONE

  • Valutazione capolavori
  • Relazioni, descrizioni delle attività svolte.
  • Valutazione delle autonomie nella realizzazione di prove ed esercitazioni pratiche
  • Osservazione sulla capacità d’integrazione e collaborazione nel gruppo

 

UdA 3 INFORMATICA GENERALE

INFORMATICA UTENTE

DURATA

RISULTATO ATTESO

  • Usare il programma operativo Wimdows
  • Conoscere l’architettura del PC e delle periferiche
  • Utilizzare programmi di videoscrittura e di calcolo
  • Comprendere i prodotti della comunicazione audiovisiva
  • Elaborare prodotti multimediali (testi, immagini, suoni , ecc.), anche con tecnologie digitali

SAPERI

  • Conoscere le principali caratteristiche tipografiche gestite dai sistemi di videoscrittura;
  • Conoscere il ruolo del sistema operativo nell’economia di funzionamento di un personal computer;
  • Saper svolgere le operazioni di gestione delle directory: creazione, cancellazione, spostamento;
  • Saper svolgere le operazioni di gestione del file più frequenti : creazione, cancellazione, copia, spostamento, compressione/decompressione , denominazione;
  • Conoscere lo stato di connettività  delle periferiche: mouse, tastiera, stampante, modem (se presente), schermo, lettore Cd-Rom ed essere in grado di modificarlo

ABILITA’ OPERATIVE

  • Utilizzo della terminologia base dell’informatica
  • Individuazione gli elementi Hardware di un PC
  • Utilizzo delle funzioni principali dell’ambiente WINDOWS
  • Interagire con un personale computer, utilizzando il linguaggio e le opzioni del sistema operativo di riferimento;
  • Saper attivare e controllare l’esecuzione di un programma;
  • Comprendere il significato delle finestre grafiche come vista sulle risorse di un calcolatore;
  • Comprendere l’associazione fra elementi iconici e funzionalità associate .
  • Comprendere il concetto di documento elettronico e delle operazioni che i sistemi di videoscrittura permettono di svolgere su di esso;
  • Creare, memorizzare e modificare documenti su archivio elettronico;
  • Sfruttare le principali funzionalità rese disponibili da un sistema di videoscrittura.

 

CAPACITA’ PERSONALI

  • utilizzare correttamente il carrello idraulico ed il ponte elevatore per il sollevamento delle autovetture.
  • utilizzare in modo appropriato le attrezzature generiche in uso nelle officine.
  • sostituire i fili di comando del freno e della frizione sul ciclomotore.
  • saper ricercare le informazioni contenute nel manuale di officina.
  • controllare i livelli dell'olio e dei liquidi presenti nell'automobile.
  • effettuare il tagliando di manutenzione programmata del ciclomotore e della automobile.
  • sostituire componenti elettrici usurati o esauriti.
  • Utilizzare il personal computer come mezzo di lavoro

MODALITA’ FORMATIVA

  • Docenza frontale
  • Esercitazioni pratiche
  • Esercitazioni individuali e recupero delle conoscenze personalizzate

MODALITA’ DI VALUTAZIONE

  • Valutazione capolavori
  • Relazioni, descrizioni delle attività svolte.
  • Valutazione delle autonomie nella realizzazione di prove ed esercitazioni pratiche
  • Osservazione sulla capacità d’integrazione e collaborazione nel gruppo

 

 

UdA 4 IMPIANTI ELETTRICI

IMPIANTISTICA GENERALE

DURATA

RISULTATO ATTESO

  • Essere in grado di eseguire montaggi Elettrici  di base nel rispetto degli schemi  previsti garantendo la funzionalità dell’impianto

SAPERI

  • Identificare le attrezzature e gli strumenti da utilizzare per le attività di montaggio ed assemblaggio di gruppi e sottogruppi e particolari;
  • Valutare il corretto funzionamento di attrezzature e strumenti di montaggio ed assemblaggio e i loro componenti;
  • Adottare le previste modalità di messa in efficienza di attrezzature e strumenti per il montaggio e l’assemblaggio
  • Individuare eventuali anomalie di attrezzature e strumenti di montaggio
  • Comprendere i disegni gruppi, sottogruppi e particolari meccanici;
  • Leggere e applicare i cicli di montaggio e le distinte base di gruppi, sottogruppi e particolari;
  • Valutare la disponibilità e la conformità di tutti i pezzi a distinta base
  • Applicare tecniche di montaggio ed assemblaggio di gruppi, sottogruppi particolari ed impianti oleodinamici – elettropneumatici – elettrici - elettronici

ABILITA’ OPERATIVE

  • I processi di montaggio ed assemblaggio
  • Elementi di tecnologia meccanica-oleodinamica e pneumatica
  • Attrezzature e strumenti per il montaggio ed assemblaggio meccanico
  • Tecniche di montaggio e assemblaggio di componenti meccaniche
  • Strumenti di misura e collaudi
  • La modulistica di riferimento: schede istruzioni, programmi di produzione, schede controllo conformità
  • Tecnologie e parametri dei principali metodi di aggiustaggio

CAPACITA’ PERSONALI

  • Comunicare con altri, con sufficiente correttezza, nel Centro di Formazione Professionale e nel contesto di lavoro, in situazioni di interazione diretta o mediata da strumenti di diversa natura (cartacei, informatici, telematici)
  • Acquisire i concetti e i metodi fondamentali del pensiero matematico per risolvere problemi evidenziando i dati, le regole, le procedure/operazioni e il/i risultato/i
  • Apprendere le tecniche e procedure di calcolo da applicare in situazioni concrete di lavoro
  • Acquisire capacità di Problem Solving  per la soluzione di quesiti proposti
  • Rispettare le norme di sicurezza
  • Eseguire impianti elettrici e provarne il funzionamento sotto la guida del formatore

MODALITA’ FORMATIVA

  • Docenza frontale
  • Esercitazioni pratiche
  • Esercitazioni individuali e recupero delle conoscenze personalizzate

MODALITA’ DI VALUTAZIONE

  • Valutazione capolavori
  • Relazioni, descrizioni delle attività svolte.
  • Valutazione delle autonomie nella realizzazione di prove ed esercitazioni pratiche
  • Osservazione sulla capacità d’integrazione e collaborazione nel gruppo

UdA 5 DIDATTICA CURRICULARE/TRASVERSALE

PROGRAMMATA IN COLLABORAZIONE CON  SCUOLE MEDIE/CONSIGLI DI CLASSE

  • DURATA
  • 150 ore nel 2° quadrimestre, così articolate:
  • 60 ore di Cultura Generale, cui afferiscono Italiano,  Storia, Geografia e le Educazioni, con personale qualificato da incaricare, secondo un programma concordato con le scuole
  • 50 ore di Lingue Straniere, di cui 40 di Lingua Inglese a cura del CNOS –FAP e 10 ore di 2° lingua (20 ore di docenza in totale: 10 di Francese e  10 di Spagnolo) con personale qualificato da incaricare
  • 40 ore di Matematica, con personale qualificato da incaricare

 

Le materie Scienze e Tecnologia vengono sviluppate praticamente nei laboratori ( sviluppo del pensiero convergente).

 L’Insegnamento della Religione Cattolica verrà curato, per chi lo richiederà e secondo accordi con i genitori, dal Direttore del CNOS-FAP,  Rosario Sergio Barberio.

N.B. IL PERCORSO E’ COMUNE  A TUTTI GLI ISCRITTI

Programmazione di ITALIANO per gli alunni partecipanti al progetto “Praticamente” .

RISULTATI ATTESI   (Obiettivi minimi)

  • Ascoltare: ascolta mantenendo un livello di attenzione adeguato.
  • Parlare: racconta in modo comprensibile le esperienze fatte seguendo un ordine logico e/o cronologico
  • Leggere/comprendere: - Legge testi noti di vario genere;  - Comprende globalmente messaggi;- Se guidato individua la struttura del testo: tempi, luoghi, personaggi.
  • Scrivere: - Per le classi prima e seconda: scrive brevi testi, in modo comprensibile e sintatticamente accettabile.

                               -  Per la classe terza: scrive testi complessivamente chiari  e  corretti.

ATTIVITA’

  • Ascoltare: Eseguire le consegne date
  • Parlare:- Riferire in ordine logico e /o cronologico le esperienze fatte; - Presentare sé stessi
  • Leggere/comprendere: Lettura ed interpretazione  di dati e di testi di vario genere  racconti, articoli di giornali, istruzioni per il lavoro ecc.)
  • Scrivere: - testi descrittivi; -relazione; - curriculum vitae (presentarsi)                                         

CONTENUTI                

  • Sapere    Ascoltare: - le consegne date

                        Parlare: - utilizzare la terminologia di base dei linguaggi settoriali

                        Leggere/Comprendere leggere testi descrittivi, regolativi, narrativi

                        Scrivere : testi descrittivi e regolativi ( es. istruzioni)

  • Saper fare  ( vedi le abilità operative delle attività)
  • Saper essere ( capacità personali):

                       - Comunicare con gli altri con sufficiente  correttezza nei vari ambienti.

               - Aumentare il grado di collaborazione nei   lavori cooperativi

               - Accettare la correzione e la valutazione degli    insegnanti e degli adulti in genere                                                                   

VALUTAZIONE

  • Valutazione dei testi scritti e orali
  • Relazione delle attività svolte
  • Valutazione delle autonomie nelle realizzazioni di prove ed esercitazioni pratiche
  • Valutazione dei progressi intervenuti nelle competenze rispetto ali obiettivi minimi della materia.

 

Programmazione di Storia, Geografia, Arte, Musica, Scienze Motorie, per gli alunni partecipanti al progetto “Praticamente”

Per queste discipline si propone un percorso integrato di orientamento e conoscenza del territorio del centro storico di Forlì. ( gli obiettivi e le attività proposte saranno trasversali a tutte le discipline sopracitate).

Obiettivi:    -      sapersi muovere in città con l’aiuto di una cartina

  • saper osservare e identificare i monumenti più importanti del centro storico
  • saper collocare sulla linea del tempo i monumenti più importanti del centro storico.
  • saper riprodurre un monumento cittadino con l’uso di una tecnica espressiva ( matite, pastelli, pennarelli).

 

Attività:      - Realizzare con gli alunni un itinerario cittadino che comprenda monumenti e opere

                       architettoniche dal periodo medievale al novecento.

                     - realizzare una linea del tempo dove collocare foto/immagini dei vari monumenti in ordine

                       cronologico.

-Interpretare in modo personale un tema dato (es. la città) utilizzando una tecnica espressiva nella produzione di un elaborato grafico – pittorico o polimaterico.

- se è possibile effettuare una passeggiata cittadina dove gli alunni possano vedere dal vero il centro storico.

Contenuti:   Possibile percorso sul centro storico di Forlì:

Piazza Saffi: San Mercuriale, Palazzo comunale, Torre comunale, chiesa di San Mercuriale ( dal medioevo al novecento), monumento a Saffi  e Palazzo delle Poste ( riferimenti al risorgimento e al fascismo).

Rione Schiavonia: Monte di Pietà e Chiesa della Madonna del Fuoco ( legato alla festa cittadina), Palazzo Gaddi ( liceo musicale).

Rione San Pietro: Duomo e colonna della Madonna del Fuoco (legato alla festa cittadina), complesso museale del San Domenico.

Rione Ravaldino:  Chiesa di Santa Lucia ( legata alla festa del 13 dicembre).

Si specifica che gli alunni che avranno l’esame dovranno portare i loro  elaborati a scuola e dovranno saperli “raccontare”. Per la materia di musica si prevede anche una prova pratica ( preparare un brano a piacere con lo strumento che si è suonato nel corso del triennio).

 PERCORSO didattico per MATEMATICA nell’ambito del progetto “Pratica-Mente”2°quadrimestre

Obiettivi stabiliti dal gruppo di Matematica/scienze:

  1. Raccogliere dati in una tabella
  2. Leggere ed interpretare semplici grafici
  3. Conoscere gli elementi di base di un’indagine statistica
  4. Rappresentare figure geometriche sul piano cartesiano
  5. Conoscere e utilizzare il sistema metrico decimale
  6. Rappresentare oggetti in scala: dal reale al virtuale
  7. Eseguire semplici operazioni di calcolo aritmetico
  8. Identificare e proporre strategie risolutive di semplici situazioni problematiche
  9. Ricostruire la sequenza logica di un procedimento operativo
  10. Conoscere i principi nutritivi e saperli individuare negli alimenti
  11. Saper confrontare la propria piramide alimentare con quella ideale

CONTENUTI comuni da sviluppare per gli obiettivi 1., 2., 3. :

Fasi di un’indagine statistica; lettura e costruzione di tabelle e grafici

CONTENUTI comuni da sviluppare per l’obiettivo 4.:

Le coordinate cartesiane; il piano cartesiano; rappresentare sul piano cartesiano figure geometriche

CONTENUTI comuni da sviluppare per gli obiettivi 5.  e  6.:

Il sistema metrico decimale

CONTENUTI comuni da sviluppare per l’obiettivo 7.:

Operazioni con numeri naturali e decimali

CONTENUTI comuni da sviluppare per l’obiettivo 8:

Figure geometriche piane principali

Per quanto riguarda l’obiettivo 9. di matematica, abbiamo pensato che gli alunni possano affrontarlo nell’ambito dei laboratori, così da dedicare il tempo delle lezioni teoriche agli argomenti sopraelencati. Per quanto attiene invece agli obiettivi di scienze, abbiamo proposto una trattazione degli stessi nell’ambito di una  o più ricerche da svolgere con l’ausilio di Internet oppure si propone al momento della spedizione via mail) con la lettura di tabelle nutrizionali direttamente sugli alimenti.

Percorso didattico per   LINGUE  STRANIERE  nell’ambito del progetto “Pratica-Mente” 

LINGUA INGLESE: Lettera personale in cui il candidato si deve descrivere seguendo una traccia. In genere i punti da sviluppare riguardano:

  1. Presentazione (nome, età, provenienza, classe e scuola frequentate, materie preferite)
  2. Famiglia (descrizione del proprio nucleo famigliare. La tua famiglia è piccola o grande? Hai fratelli o sorelle? Quanti anni hanno? Professione dei tuoi genitori?)
  3. Casa (Dove vivi? Città o paese? Casa o appartamento? Qual è la tua stanza preferita? Perché?)
  4. Hobbies/sport (Cosa ti piace fare nel tempo libero? In che cosa sei bravo? Dove ti piace trascorrere i pomeriggi? Frequenti qualche associazione/centro/club? Pratichi sport? Quanto spesso ti alleni?)
  5. Film/Libri (Ti piace andare al cinema? Quale genere di film preferisci? Quale film hai visto recentemente? Ti è piaciuto? Perché? Ti piace leggere? Quale rivista conosci? Di che argomento tratta?)
  6. “MY HERO” Breve presentazione fisica e generica di un personaggio famoso. Motiva la tua scelta, perché lo consideri importante?
  7. Progetti futuri (Cosa farai dopo la scuola media? Programmi estivi e scolastici)
  8. Racconta un’esperienza significativa svolta in questi  anni (breve racconto)

N.B. I punti 6,7,8, sono FACOLTATIVI

LINGUA 2 (spagnolo/francese): Lettera personale in cui il candidato si deve descrivere seguendo una traccia. In genere i punti da sviluppare riguardano:

  1. Presentazione (nome, età, provenienza, classe e scuola frequentate, materie preferite)
  2. Famiglia (descrizione del proprio nucleo famigliare. La tua famiglia è piccola o grande? Hai fratelli o sorelle? Quanti anni hanno? Professione dei tuoi genitori?)
  3. Casa (Dove vivi? Città o paese? Casa o appartamento? Qual è la tua stanza preferita? Perché?)
  4. Hobbies/sport (Cosa ti piace fare nel tempo libero? In che cosa sei bravo? Dove ti piace trascorrere i pomeriggi? Frequenti qualche associazione/centro/club? Pratichi sport? Quanto spesso ti alleni?)

COLLOQUIO D’ESAME 

Il colloquio partirà da un’esperienza o da un’attività, svolta nei laboratori e durante il percorso di cultura generale, verso la quale il candidato ha mostrato interesse e si svilupperà poi in rapporto alle caratteristiche culturali e personali del soggetto, privilegiando gli argomenti che si prestano più facilmente a collegamenti  interdisciplinari (esperienze dirette). Sarà utile per l’alunno disporre di una breve relazione o mappa concettuale per seguire un filo conduttore.

SINTESI PERCORSO DIDATTICO-LABORATORIALE

RISULTATO ATTESO

  • Essere in grado di RAGGIUNGERE gli obiettivi minimi di conoscenza stabiliti per il superamento delle prove finali

SAPERI

  • Italiano scritto e orale secondo quanto programmato fra scuole
  • Lingua inglese e seconda lingua comunitaria secondo quanto programmato fra scuole
  • Matematica e scienze secondo quanto programmato fra scuole
  • Educazioni (tecnologia, arte, musica, motoria),secondo quanto programmato fra scuole

ABILITA’ OPERATIVE

  • Parlare, leggere, scrivere, usare linguaggi espressivi, far di conto secondo un progetto
  • Utilizzare strumenti multimediali

CAPACITA’ PERSONALI

  • Comunicare con altri, con sufficiente correttezza, nel Centro di Formazione Professionale e nel contesto di lavoro, in situazioni di interazione diretta o mediata da strumenti di diversa natura (cartacei, informatici, telematici)
  • Acquisire i concetti e i metodi fondamentali del pensiero matematico per risolvere problemi evidenziando i dati, le regole, le procedure/operazioni e il/i risultato/i
  • Apprendere le tecniche e procedure di calcolo da applicare in situazioni concrete di lavoro
  • Acquisire capacità di Problem Solving  per la soluzione di quesiti proposti
  • Rispettare le norme di sicurezza
  • Eseguire impianti  e provarne il funzionamento sotto la guida del formatore

MODALITA’ FORMATIVA

  • Docenza frontale
  • Esercitazioni pratiche
  • Esercitazioni individuali e recupero delle conoscenze personalizzate

MODALITA’ DI VALUTAZIONE

  • Valutazione manufatti
  • Relazioni, descrizioni delle attività svolte.
  • Valutazione delle autonomie nella realizzazione di prove ed esercitazioni pratiche
  • Osservazione sulla capacità d’integrazione e collaborazione nel gruppo
  • Valutazione dei progressi intervenuti nelle competenze curricolari step-by-step

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PERCORSO PER SECONDARIE DI SECONDO GRADO (SCUOLE SUPERIORI)

NB: il numero ore assegnate da progetto alle singole materie (d’aula o di laboratorio) potrebbero subire piccole variazioni in corso di progetto, in funzione dell’orientamento del percorso personalizzato che l’alunno frequenterà all’interno del Progetto (autoriparatore/meccanico di sistemi/meccanico di macchine utensili).  Al termine di ogni percorso sarà comunque redatto un consuntivo preciso con il dettaglio delle ore di lezione fornite.

MODULI

ORE

ASSI CULTURALI

AULA

135

 

-          CULTURA E LINGUAGGI

25

ASSE DEI LINGUAGGI (+ INGLESE)

-          ED CIV/UNIONE EU

15

ASSE STORICO-SOCIALE-CITTADINANZA

-          MATEMATICA

25

ASSE MATEMATICO

-          INFORMATICA

25

ASSE MATEMATICO

-          DISEGNO/TECNOLOG/SCIENZE

29

ASSE SCIENTIFICO-TECNOLOGICO

-          SICUREZZA S.L.

16

MODULO OBBLIGATORIO

LABORATORIO

135

 

-          MACCHINE UTENSILI

50

 

-          MOTORISTICA

30

 

-          IMPIANTISTICA

30

 

-          ELETTRONICA

25

 

ATTIVITA’ FORMATIVE LABORATORIALI

170

 

 

 

 

TOTALE COMPLESSIVO

440

 

     

 

 

DETTAGLIO COMPETENZE DI BASE E TRASVERSALI PER MODULI D’AULA

 

ORE

 

AULA

135

 

CULTURA E LINGUAGGI

25

ASSE DEI LINGUAGGI (+ INGLESE)

Obiettivi

-Padroneggiare gli strumenti espressivi indispensabili per gestire l’interazione comunicativa verbale in vari contesti; -Leggere per comprendere ed interpretare testi scritti di vario tipo; -Utilizzare e produrre testi multimediali. Possedere abilità produttive in lingua inglese (parlare-scrivere) e recettive (ascoltare-leggere) servendosi di strutture linguistiche di base legate alla formazione, al tempo libero, ai mezzi di trasporto e al lavoro.

Conoscenze

Elementi di base della funzioni della lingua; - Lessico fondamentale per la gestione di semplici comunicazioni orali in contesti formali e informali; - Contesto, scopo e destinatario della comunicazione; - Tecniche di lettura analitica e sintetica; - Principali generi letterari, con particolare riferimento alla tradizione italiana; - Contesto storico di riferimento di alcuni autori e opere; - Principi di organizzazione del discorso descrittivo, narrativo, espositivo, argomentativi. - Lessico di base su argomenti di vita quotidiana , sociale e professionale; - Uso del dizionario bilingue; - Corretta pronuncia di un repertorio di parole e frasi memorizzate di uso comune; - Semplici modalità di scrittura: messaggi brevi, lettera informale.

Contenuti

- Gestione delle situazioni comunicative quali la conversazione, la discussione, la lezione, la lettura ad alta voce; - Possesso delle principali regole per “saper ascoltare”; - comprendendo le intenzioni dell’emittente utilizzando ciò che si ascolta per formarsi una propria opinione; - Gestione delle principali forme di lettura di un testo mirata alla comunicazione. -Parlare di argomenti semplici e di attività di routine nel contesto della vita quotidiana; - fare semplici domande per chiedere istruzioni o chiedere informazioni; - utilizzare termini tecnici della professione in semplici frasi;

Modalità formativa

- Lavorare a livello interdisciplinare con l’insegnante di informatica per elaborazioni di testi; - Lettura di giornali/quotidiani e riviste; - Produrre articoli per il giornalino del CFP; - Produrre relazioni orali e scritte relative alle attività tecnico-professionali; - Uso privilegiato del metodo esperienziale (analisi / riflessione) con brevi sintesi che facilitino la concettualizzazione delle esperienze; - Attività di cineforum.

ED CIV/UNIONE EU

15

ASSE STORICO-SOCIALE-CITTADINANZA

Obiettivi

Comprendere il cambiamento e la diversità dei tempi storici in una dimensione diacronica attraverso il confronto fra epoche e in una dimensione sincronica attraverso il confronto fra aree geografiche e culturali; - Utilizzare gli strumenti fondamentali per una fruizione consapevole del patrimonio artistico; - Collocare l’esperienza personale in un sistema di regole fondato sul reciproco riconoscimento dei diritti garantiti dalla Costituzione, a tutela della persona, della collettività e dell’ambiente

Conoscenze

- Le periodizzazioni fondamentali della storia mondiale; - Principali forme di espressione artistica; - Costituzione italiana; - Principali Problematiche Relative all’integrazione e alla tutela dei diritti umani e alla promozione delle pari opportunità.

Contenuti

- Forlì in età feudale, - Forlì in età comunale, - La Forlì napoleonica e l’età risorgimentale, - I valori: la solidarietà, la pace, l'orientamento religioso, - La persona umana e la sua dignità, - L'altro e il diverso come valore e come risorsa, - Le principali informazioni sulla Costituzione: uguaglianza, diritti, doveri e pari opportunità.

Modalità formativa

- Lezioni frontali, - Uso privilegiato del metodo esperienziale (analisi / riflessione )con brevi sintesi che facilitino la concettualizzazione delle esperienze, - Intervento di “testimonials” di Enti locali, - Presentazione e lettura dei principali documenti dell'UE, - Discussione guidata e lavoro collettivo guidato dall’insegnante, - lettura sul manuale e ricerca di parole chiave, - Utilizzo di esercitazioni strutturate assistite da testi, strumenti audiovisivi e informatici, - Discussione di gruppo

-          MATEMATICA

25

ASSE MATEMATICO

Obiettivi

-Utilizzare le tecniche e le procedure del calcolo aritmetico ed algebrico, rappresentandole anche sotto forma grafica, - Confrontare ed analizzare figure geometriche, individuando invarianti e relazioni.
- Individuare le strategie appropriate per la soluzione di problemi
- Comunicare o comprendere messaggi di genere diverso (quotidiano, letterario, tecnico, scientifico) e di complessità diversa, trasmessi utilizzando linguaggi diversi (verbale, matematico, scientifico, simbolico, ecc.) mediante diversi supporti (cartacei, informatici e multimediali).

Conoscenze

- Il piano euclideo: relazioni tra rette; congruenza di figure; poligoni e loro proprietà, - Misura di grandezze; grandezze incommensurabili; perimetro e area dei poligoni, - Teoremi di Euclide, Pitagora e Talete, - Principali rappresentazioni di un oggetto matematico, - Tecniche risolutive di un problema che utilizzano frazioni, proporzioni, percentuali, formule geometriche, equazioni e disequazioni di 1° grado, - Il piano cartesiano e il concetto di funzione, - Il concetto e i metodi di approssimazione.

Contenuti

-Attività con gli insiemi numerici, - la geometria come prima rappresentazione del mondo fisico, - rappresentazioni grafiche sul piano cartesiano, - introduzione all’algebra: dalla frasi aperte alle equazioni.

Modalità formativa

- Lezioni di laboratorio matematico, - Lavori individuali e di gruppo per la soluzione di casi reali, - Utilizzo di esercitazioni strutturate assistite da strumenti audiovisivi e informatici, - Interazione di matematica con internet, - Lavagna interattiva

-          INFORMATICA

25

ASSE MATEMATICO

Obiettivi

- Utilizzare e produrre testi multimediali, - Conoscere i componenti e le funzioni base di un PC, - Eseguire le funzioni di uso ricorrente nella gestione di un personal computer, - Saper attivare i programmi e verificarne lo stato, - Saper produrre un documento in formato elettronico con un utilizzo consapevole delle proprietà topografiche di base.

Conoscenze

- Principali componenti strutturali ed espressive di un prodotto audiovisivo, - Semplici applicazioni per la elaborazione audio e video.

Contenuti

- i concetti fondamentali di Hardware, Software e Information Tecnology (IT); - uso comune e funzionalità di sistema operativo e di alcuni programmi programmi applicativi.

Modalità formativa

- Presentazione di contenuti su scheda e/o dispensa, - Esercitazioni guidate di esplorazione funzioni, - Tutoriale in aula e autoistruzione mediante simulazione al computer

-          DISEGNO/TECNOLOG/SCIENZE

29

ASSE SCIENTIFICO-TECNOLOGICO

Obiettivi

- Comprendere e costruire il disegno per rappresentare semplici particolari meccanici nelle loro linee fondamentali indicativamente corretti per realizzare lavorazioni meccaniche, - Eseguire disegni di schemi di montaggio, - Osservare, descrivere ed analizzare fenomeni appartenenti alla realtà naturale e artificiale e riconoscere nelle sue varie forme i concetti di sistema e di complessità, - Analizzare qualitativamente e quantitativamente fenomeni legati alle trasformazioni di energia a partire dall’esperienza.

Conoscenze

- Norme del disegno tecnico ed impiantistico: segni e simboli, convenzioni, scale e metodi di rappresentazione, - Lettura e rappresentazione di particolari meccanici in Proiezione ortogonale e pneumatici, - Schemi, tabelle e grafici, - Principali Software dedicati, - Semplici schemi per presentare correlazioni tra le variabili di un fenomeno appartenente all’ambito scientifico caratteristico del percorso formativo, - Limiti di sostenibilità delle variabili di un ecosistema, - Impatto ambientale limiti di tolleranza, - Diagrammi e schemi logici applicati ai fenomeni osservati.

Contenuti

- Norme tecniche convenzionali per la rappresentazione dei disegni, - Schemi funzionali e topografici, - Le fasi del metodo scientifico, - Concetto di misura e sua approssimazione, - Utilizzo degli strumenti di misurazione, - Errore sulla misura e principali strumenti e tecniche di misurazione, - Concetto di: sistema metrico decimale, multipli e sottomultipli, - Conoscere e utilizzare in modo appropriato le grandezze fisiche, - Rappresentazione tramite schemi, tabelle, grafici e software dei risultati ottenuti, - Classificazione delle principali applicazioni della scienza, attraverso la tecnica, a vantaggio dell'umanità, - Prendere coscienza dell’influenza del progresso scientifico sulla società dal punto di vista economico, tecnologico, ambientale.

Modalità formativa

- Esercitazioni pratiche di disegno meccanico: schizzi e tavole, - Assegnazione di relazioni su esperienze svolte, su cicli di lavorazione su attività descrittive, - Sapersi responsabilizzare rispetto al problema da svolgere, - Docenza frontale con l’uso di dispense, slides e con le analisi dei casi, - Lavori di gruppo strettamente collegati con casi concreti, - Collegamenti tra le l’UFC relative alla sicurezza dell’ambiente e alla qualità, - Esperienze di laboratorio.

-          SICUREZZA S.L.

16

MODULO OBBLIGATORIO

Obiettivi

- Conseguire capacità e conoscenze relative alle UC1 Predisposizione attrezzature di montaggio e UC2 Montaggio di gruppi, sottogruppi e particolari meccanici relative al profilo del Montatore Meccanico di Sistemi, - Saper valutare nell’ambiente di lavoro del comparto di appartenenza le situazioni di pericolo che, in particolari casi, possono dare luogo a veri e propri rischi per la salute e l’integrità fisica.

Conoscenze

- Le norme per l’igiene e la sicurezza dell’ambiente di lavoro, - Applicare le principali norme di sicurezza personale, - Conoscere l’evoluzione storica delle normative in materia di sicurezza, - Descrivere i contenuti salienti delle disposizioni previste in materia di sicurezza dal decreto legislativo 81/2008.

Contenuti

- I rischi legati alla sicurezza ( di macchine, apparecchiature, ambiente e locali di lavoro, - I rischi di natura igienico – ambientale legati alla presenza di fattori di varia natura, - I rischi di natura organizzativa (ritmi usuranti, posizioni di lavoro disagevoli, …), - I rischi legati alla specificità del comparto di riferimento del profilo professionale del corso, - La legislazione fondamentale generale sulla sicurezza in Italia, - Le figure di gestione e prevenzione e le loro responsabilità, - Informazione e formazione del personale, - le misure di sicurezza, antincendio e soccorso.

Modalità formativa

- Brevi lezioni teoriche introduttive alle norme di sicurezza, - Visione di filmati dell’INAIL e ASL sulla sicurezza e sulle norme antinfortunistiche, - Esercitazioni / simulazioni relative a casi concreti di situazioni di pericolo e rischi di infortuni , assistite anche da strumenti audiovisivi, - Attività di gruppo come strumento di lavoro per favorire la consapevolezza circa i casi di rischio e le situazioni di pericolo presi in esame.

 

----- Praticamente, “una Mente Pratica e Capace” -----

Iscriviti per ricevere tutte le news del Cnos Fap di Forlì

Copia qui il codice 

Informativa sulla privacy

Ai sensi del D.Lgs. n.196/03 (trattamento dei dati sensibili) La informiamo che i Suoi dati verranno raccolti da Centro Formazione Professionale Don Bosco per le seguenti finalità:

  • adempiere alle Sue specifiche richieste
  • attività di informazioni commerciali relative a prodotti e servizi di Centro Formazione Professionale Don Bosco connessi con le richieste da Lei effettuate

I dati saranno elaborati tramite strumenti manuali, informatici e telematici.

Il conferimento dei dati ha natura facoltativa, tuttavia il mancato consenso al trattamento degli stessi potrebbe impedire l'adempimento alle richieste effettuate.

I dati non saranno oggetto di comunicazione o diffusione a terze parti, ma potranno essere messi a conoscenza degli incaricati della specifica operazione.

A norma dell'art. 7 del Codice, Le comunichiamo che ha diritto di:

  • avere conferma dell'esistenza o meno di Suoi dati presso di noi
  • ottenere aggiornamento, rettifica o integrazione dei dati o il loro blocco o cancellazione per violazione di legge o cessata necessità di conservazione
  • opporsi al trattamento per motivi legittimi.

In particolare, qualora Lei inoltri a Centro Formazione Professionale Don Bosco la richiesta di cancellazione dei suoi dati personali, Centro Formazione Professionale Don Bosco provvederà immediatamente a tale cancellazione senza ulteriori avvisi e/o comunicazioni e ciò comporterà l'immediata cessazione del servizio.

Titolare e responsabile del trattamento è Centro Formazione Professionale Don Bosco. Per ogni comunicazione e/o richiesta in relazione al trattamento dei suoi dati personali, La preghiamo di scrivere a direzione.forli@cnos-fap.it info@pec.cnosfapforli.it.