Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Dal 13 settembre ripartono i corsi di

Dal 13 settembre ripartono i corsi di

1°anno, 2^ e 3^ annualità e IV anno

Green pass obbligatorio

Green pass obbligatorio

per l'ingresso a scuola di insegnanti e genitori

SAL

SAL

Sportello al Lavoro

Metti in moto il tuo futuro

Metti in moto il tuo futuro

Scopri le nostre offerte formative

Buongiorno

Buongiorno

Il “Buongiorno” è un appuntamento quotidiano, durante il quale, dalle 8:15 alle 8:30, prima dell’avvio delle lezioni, un educatore incontra gli allievi per proporgli riflessioni su temi educativi e valoriali. L’appuntamento,che riprende la tradizione salesiana della “buonanotte” data da don Bosco ai suoi ragazzi, vede impegnati come oratori a turno il Direttore del CFP, lo Psicologo Scolastico, il Direttore dell’Opera Salesiana e qualche formatore. In occasioni particolari, come la presenza di ospiti d’eccezione, quali le istituzioni locali o campioni provenienti dal mondo sportivo, il Buongiorno viene prolungato e gli ospiti diventano relatori, prestandosi a rispondere alle domande dei discenti.

Negli anni il Buongiorno è stato sempre più strutturato nella programmazione, avvalendosi di un calendario che prevede un macro tema mensile ed un Leitmotive annuale dettato dalla Strenna del Rettor Maggiore.

Anche la modalità oratoria si è evoluta e, al passo con i tempi, si avvale oggi di strumenti multimediali che consentono la proiezione di filmati o l’ascolto musicale.

il buongiornoGli allievi sono particolarmente legati a questo appuntamento e, non di rado, a distanza di anni dalla qualifica, quando tornano a trovare i formatori, citano, tra un ricordo e l’altro, le suggestioni nate al Buongiorno.

Questa prassi ha la caratteristica della prevenzione e della promozione del benessere, perché consente di rasserenare, di stimolare, di esortare o, più semplicemente, di informare. Allo stesso tempo, grazie al suo stile maieutico e interrogativo, consente approfondimenti nelle lezioni umanistiche e costituisce un pattern che connette e dà senso a tutte le azioni del centro di formazione professionale.

In fondo, il Buongiorno si vede dal mattino!

Programma “Buongiorno” 2021 – 2022

MESE ARGOMENTO APPROFONDIMENTI

Settembre

Il passato ci limita, il futuro ci spaventa. L’unico posto sicuro è il presente.

La bellezza del chiedere il nome; Un nuovo modo di chiamare: studiare; Dal professore al formatore; Luci e ombre del metallo; La vera sfida : sì al motore del cambiamento; L’alfabeto della vera appartenenza: la Costituzione; Varcare il cancello per eliminare le grate della noia; Gli aggettivi possessivi nuovi compagni di vita; L’eleganza dell’educazione.

Ottobre

C’è una crepa in ogni cosa. È da lì che entra la luce.

È dalle ferite che escono farfalle libere; L’imperfezione è bellezza; la vera tragedia di ognuno di noi è avere paura della luce; guardare allo stage è guardare e accettare di essere responsabile; Il più basso gradino dell’intelligenza: “Che male c’è”; la nuova normalità ; Il rispetto degli altri passa attraverso l’igiene verso se stessi; La speranza, la fede e la carità: un incrocio fondamentale; Siamo cittadini del cielo con Dimora sulla terra.

Novembre

Quando bevi dell’acqua, ricordati la fonte.

La gratitudine è la più alta forma di cortesia; Il segreto della serenità sta in un Sì; vigilare sulla proprie abitudini affinché non diventino il tuo carattere; Le regole: il più alto gradino del podio; Essere innamorati dei confini e non dei muri; Informarsi per de- formare il proprio punto di vista; lo zaino in spalla per dare una spallata all’ignoranza; Questo e codesto sono i veri aggettivi dimostrativi della formazione professionale; “E fu sera e fu mattina e vide che era cosa buona e giusta”: lui è L’UOMO.

Dicembre

Per capire qualcosa spiritualmente c’è un solo modo : bisogna farne esperienza

Il vero messaggio del Natale : è che non siamo mai Soli. La nascita è la festa della quotidianità; più si corre verso la vita interiore e meno si sente la fatica; Immacolata è far filtrare l’Amore; Nascere uomo sulla terra è un vero incarico di responsabilità; un nuovo verbo: Camminare; L’annunciare è promettere ed allargare la solidarietà; Mani aperte verso il volontariato; indossare la gestualità; la vera vicinanza è la Distanza.

Gennaio

Responsabilità è fare in modo di non privare gli altri della felicità

Sognare per sognarsi; Non lasciamo che i nostri ideali ci vengano rubati; Siamo figli della terra; il giorno è fatto per essere reso bello con i tuoi sorrisi; gli adulti ci aiutano a rendere migliore la nostra vita; Un rischio: essere come l’ombra che si perde dentro il sole; il mio traguardo è la felicità del gruppo; L’aula è il caminetto del raccontare e raccontarsi; Legge Universale: fai il bene ed evita il male; Il Giorno della Memoria: i campi di stermino; Il motore della paternità di nuove idee.

Febbraio

La grandezza dell’uomo è il pensiero

La bellezza delle lacrime; Non basta essere sulla buona strada se poi si cammina ai margini; La vera sofferenza è cercare di eliminare la sofferenza; Conoscere se stessi vuol dire ridurre le imperfezioni; ascoltare una storia di sofferenza è dare dignità a quella voce ed onorarla; L’amore vince ogni cosa e noi vogliamo cedere all’amore; Il ruolo della parola nel laboratorio : CREARE;  La risposta non sta nella domanda; Saper indossare l’anello della pazienza.

Marzo

Ognuno è un genio, ma se si giudica un pesce dalle sue abilità di arrampicarsi sugli alberi, passerà l’intera vita a credersi  stupido

Gli occhi sono i testimoni più fedeli delle orecchie; Dall’altra parte della paura c’è il coraggio; No al possesso delle relazioni sentimentali; Vivere la quotidianità è pensare che ogni cosa è un miracolo; la formazione professionale è amare le sottrazioni; il laboratorio, il luogo privilegiato per tornare bambini; la mia città è frutto di un insieme di responsabilità; Il degrado interiore porta al degrado esteriore.

Aprile

L’Uomo è nato unico e originale: il rischio è vivere come delle fotocopie.

Accogliere una proposta è accettare di diventare adulti; Volere la libertà implica la responsabilità; Le emozioni: un elemento della nostra identità; “E”: una congiunzione - “È”: un verbo. Due modi di interpretare la vita; No alla negoziazione dei valori; Apprezzare è saper volare alto; Le incognite: una necessità costitutiva; arrivare alla decisione da ibridi: un male o un bene?; non prendere mai posizione è non posizionarsi sulla linea di partenza.

Maggio

A volte, quando ti perdi, trovi qualcosa che non sapevi nemmeno di cercare.

Indirizzare lo sguardo al bene; non sostare sulla soglia della menzogna; la solitudine delle decisioni; la vera forza è la mia debolezza; il mio ruolo in azienda: promotore o perfetto esecutore?; la bellezza di aver lasciato delle impronte nelle relazioni; il lavoro è come il fiocco di neve: resistere al freddo; Il mattino è l’occhio della gioia.

Giugno

La conoscenza è limitata, l’immaginazione Abbraccia il mondo (Albert Einstein).

Buon cammino e buona immaginazione


Articolazione Settimanale

 

GIORNO RELATORE
Lunedì Direttore CFP
Martedì Direttore Opera Salesiana
Mercoledì Psicologo scolastico
Giovedì Economo
Venerdì Formatore
Sabato Direttore CFP

Articolazione Settimanale

NB: il programma è indicativo; eventuali variazioni dello stesso verranno comunicate per tempo agli incaricati dell’iniziativa

Iscriviti per ricevere tutte le news del Cnos Fap di Forlì

Copia qui il codice 

Informativa sulla privacy

Ai sensi del D.Lgs. n.196/03 (trattamento dei dati sensibili) La informiamo che i Suoi dati verranno raccolti da Centro Formazione Professionale Don Bosco per le seguenti finalità:

  • adempiere alle Sue specifiche richieste
  • attività di informazioni commerciali relative a prodotti e servizi di Centro Formazione Professionale Don Bosco connessi con le richieste da Lei effettuate

I dati saranno elaborati tramite strumenti manuali, informatici e telematici.

Il conferimento dei dati ha natura facoltativa, tuttavia il mancato consenso al trattamento degli stessi potrebbe impedire l'adempimento alle richieste effettuate.

I dati non saranno oggetto di comunicazione o diffusione a terze parti, ma potranno essere messi a conoscenza degli incaricati della specifica operazione.

A norma dell'art. 7 del Codice, Le comunichiamo che ha diritto di:

  • avere conferma dell'esistenza o meno di Suoi dati presso di noi
  • ottenere aggiornamento, rettifica o integrazione dei dati o il loro blocco o cancellazione per violazione di legge o cessata necessità di conservazione
  • opporsi al trattamento per motivi legittimi.

In particolare, qualora Lei inoltri a Centro Formazione Professionale Don Bosco la richiesta di cancellazione dei suoi dati personali, Centro Formazione Professionale Don Bosco provvederà immediatamente a tale cancellazione senza ulteriori avvisi e/o comunicazioni e ciò comporterà l'immediata cessazione del servizio.

Titolare e responsabile del trattamento è Centro Formazione Professionale Don Bosco. Per ogni comunicazione e/o richiesta in relazione al trattamento dei suoi dati personali, La preghiamo di scrivere a direzione.forli@cnos-fap.it.